Parentesi Graffa

Blog

Parentesi Graffa

Se hai bisogno di un copywriter, un motivo c’è.

Tutti sanno scrivere.

Già, che ovvietà.

Ma facciamo insieme un gioco: prenditi due minuti e proviamo a entrare in un caso studio.

Parliamo di te: hai un’azienda e decidi di rinnovare il sito web. Ti rivolgi a un’agenzia di comunicazione, con cui ti accordi per il rifacimento del design e dell’infrastruttura. E i testi?

Be’, chi meglio del titolare conosce la sua azienda. Basta raccontare com’è nata, cosa produce e…

Bene, arrivati a questo punto ti faccio qualche domanda.

Qual è il punto forte della tua azienda?

Forse ci hai pensato qualche secondo, ma mi sai già rispondere, vero?

Bene, continuiamo.

Perché un potenziale cliente dovrebbe scegliere la tua azienda per rifornirsi?

Magari i secondi sono aumentati, ma ancora una volta rispondere è facile, giusto?

Ottimo, ora proviamo a ragionare su qualche altra domanda.

Cosa vuole sapere di te un tuo potenziale cliente?

Per iniziare un rapporto commerciale con te, la persona a cui ti rivolgi deve potersi fidare, perché su di te investirà parte delle sue risorse. L’oceano è pieno di pesci, perché pescare te sarebbe una fortuna?

 

In che modo vuole conoscere i tuoi punti di forza?

Se hai intenzione di elencare i tuoi plus, be’ di farlo sono capaci tutti. Quello che un copywriter professionista fa è mettersi nei panni dell’interlocutore, capirne le necessità attraverso un’analisi che comprende i competitor, le informazioni raccolte da te, il mercato. Solo così il lettore sarà interessato a quello che legge e, quindi, a te e alla tua attività.

 

Cosa vuole sentirsi dire?

Te lo sei mai chiesto? Tu sai cosa vuoi dire, ma non puoi basarti solo su questo per poter coinvolgere il tuo potenziale cliente. Quest’ultimo vuole essere protagonista del tuo messaggio e delle tue attenzioni. E quindi, in questo caso, delle tue parole.

 

Quale tono di voce è meglio utilizzare? Diamo del tu o del lei? Parliamo in prima persona o in terza?

Meglio essere formali o informali? Dipende dal contesto, da come sei abituato a trattare con i tuoi clienti, dalla tipologia di mercato e dagli argomenti di cui il copywriter scriverà.

Dare del tu è più coinvolgente e parlare in prima persona ci fa entrare in una sfera più personale, ci avvicina al lettore. Un tono di voce più formale appare più distaccato, ma se il contesto lo richiede, è necessario attenersi alla formalità, per garantire il pieno rispetto dell’interlocutore.

 

Cosa è meglio evidenziare nel testo e come distribuirlo nello spazio?

Utilizzare al meglio il grassetto significa evidenziare i concetti chiave che devono subito colpire l’attenzione. Inserire degli spazi vuoti è necessario per riposare la vista, far respirare il testo, non incutere quel timore che si prova quando ci si trova davanti a un muro di testo.

 

Quali sono le call to action più azzeccate?

Invitare l’utente a interagire e convertire è il nostro obiettivo. Trovare le parole migliori per farlo è compito di un professionista che conosce le regole del marketing.

 

Quali sono le parole chiave più cercate e con meno concorrenza nel tuo settore?

Qui entra in gioco anche Google e altri strumenti utili al copywriter per utilizzare le parole più appropriate nello spazio web, che ha e vuole si rispettino le sue regole.

 

E ancora.

In che modo puoi entrare in contatto con la persona che legge?

Come puoi attrarla e invogliarla a proseguire nella lettura?

Come potresti invitarla a compiere un’azione nel tuo sito?

E come è più efficace distribuire le informazioni più importanti?

Potrei andare avanti, ma ti ho promesso due minuti.

Sono certa che ognuno ha molto da dire, ma a volte non si conosce il modo per farlo bene, coinvolgere gli utenti, entrare in contatto con le persone attraverso una scrittura che riesca a fargli dire “caspita, mi piacerebbe conoscere questa azienda!”.

 L’ideale è avere una strategia di comunicazione chiara e completa

Scopri come possiamo aiutarti.

Il copywriting è questo, ma anche molto di più: una storia infinita, interessante a ogni capitolo. E il bello è proprio questo.

Mi chiamo Martina e sono copywriter. Scrivo quel che sai cosa dire, ma non sai come dirlo.

Hai dei dubbi sulla qualità dei testi presenti nel tuo sito web?
Puoi contattarci via mail a info@perseoweb.it o telefono e ti daremo le risposte che cerchi.

Autore: Martina Guglielmi, copywriter

Vuoi dare un nuovo look al tuo sito web?

Contattaci per una consulenza,
insieme lo renderemo speciale!